Ricerche confermano: ecco i benefici delle noci per il colesterolo

Ricerche confermano: ecco i benefici delle noci per il colesterolo

Ricerche confermano: ecco i benefici delle noci per il colesterolo

Alimento sottovalutato e fondamentale, sia dal punto di vista calorico che dal punto di vista dei sali minerali e proteico, è la frutta secca. In particolare le noci. Nell’articolo di oggi andremo a scoprire cosa ci dicono alcuni eminenti studi in merito a questa gustosa varietà di frutta secca.

Ricerche confermano: ecco i benefici delle noci per il colesterolo

Ricerche confermano: ecco i benefici delle noci per il colesterolo

Dal piccolo aspetto e dalla curiosa forma che ricorda vagamente il cervello umano, sono molto usate per il loro sapore e per la loro incredibile versatilità in cucina.

Primi piatti, dolci, liquori, semplici e pratici spuntini; l’applicazione di tale frutto nella famosa dieta mediterranea è più ampia che mai in grado, addirittura, di raggiungere ristoranti rinomati.

Possiede molti nutritivi essenziali per il nostro corpo come fibre, omega 3, sali minerali, carboidrati, proteine e vitamine:

Le fibre, sono utili ad una buona attività dell’apparato digerente.
Ci sono alcune vitamine utili al nostro sistema nervoso, come la B1 e ce ne sono altre che fungono da antiossidante come la E.

Anche i più recenti studi, che risalgono ad agosto 2021, confermano i benefici delle noci per il sistema cardio-vascolare:

Il primo è condotto dai nutrizionisti della Lipid clinic dell’ospedale universitario di Barcellona.
Il secondo, dai ricercatori dell’università della Georgia.

Entrambi, sono stati condotti prendendo in esame un campione di persone, soggetti a rischio e non, per un periodo di tempo limitato a cui si richiedeva di assumere una dose giornaliera di noci.

Nel primo studio, il campione di persone, è stato preso in esame per la durata complessiva di due anni.
E’ emerso, dunque, che il calo del colesterolo Ldl è stato, in media, del 4,3% con maggior incidenza nel sesso maschile.

Nel secondo, invece, le persone prese in esame erano tutte soggetti a rischio ma la durata complessiva era di otto settimane.
Il calo del colesterolo Ldl, in questo caso, è sensibilmente migliorato pari a circa 6%-9%.

Grazie a questa abbondanza di proprietà, è di immediata comprensione che questi frutti forniscono al nostro organismo dei benefici considerevoli.

 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.