Quali sono le tendenze benessere per quest'anno? Ecco tutte le idee

Quali sono le tendenze benessere per quest’anno? Ecco tutte le idee

Quali sono le tendenze benessere per quest’anno? Ecco tutte le idee

Oggi andremo ad illustrare le nuove tendenze per il benessere di questo 2022, che gioveranno al benessere della mente e del corpo.

Quali sono le tendenze benessere per quest'anno? Ecco tutte le idee

Quali sono le tendenze benessere per quest’anno? Ecco tutte le idee

In questi ultimi anni il pensiero di benessere è molto cambiato, perché abbiamo dovuto privarci di un bel po’ di cose, e abbiamo potuto constatare come il contatto con la natura sia molto importante. Oppure come praticare sport faccia bene al nostro corpo ed in certi casi è necessario, oppure come mantenere una corretta alimentazione possa prevenire l’insorgere di alcune patologie a volte anche gravi, insomma niente si deve mai dare per scontato.

Avendo vissuto nel periodo della pandemia legata al Covid-19, abbiamo potuto constatare quanto sia importante prendersi cura di sé stessi, perché se non lo facciamo noi nessuno lo farà per noi. Bupa Health Insurance ha svolto una ricerca sulle tendenze del benessere che dovranno essere seguite nel 2022, e che se eseguite come si deve ci manterranno in salute.

La dottoressa Rogers con i dati che ha raccolto, è uscito fuori che le ricerche che riguardano i cambiamenti del clima sono aumentate al 418%. Questi dati non hanno destato molto stupore, perché l’ansia per l’ecologia ci ha accompagnato tutti per gran parte del 2021, la dottoressa Rogers, direttrice clinica di Bupa afferma anche che: “Trasformare i nostri sentimenti in azioni concrete e positive può non solo sostenere il benessere generale, ma fare la differenza per il Pianeta”.

Quindi uno stile di vita che si basi di più sull’eco-sostenibilità, predilige la scelta dei cibi a chilometro zero e stagionali, in modo da ridurre gli sprechi alimentari pianificando i vari pasti della giornata. Un esemplare di dieta da seguire è la dieta Plant based, e cioè che prevede la scelta di cibi poco industriali, di cereali integrali e di verdure che provengano da orti bio, però a differenza di quella vegana non disprezza il consumo dei prodotti animali. Quindi questa dieta è impostata sulla provenienza degli alimenti, e sulle scelte dei consumatori che vengono influenzate dai fattori di etica.

Il diario emotivo

La dottoressa Rogers continua dicendo che: “Dopo un anno turbolento, che ha messo a dura prova la nostra salute mentale, tenere un diario emotivo sta diventando sempre più popolare. Le ricerche sul web che lo riguardan sono aumentate dell’88%. Tenere traccia dei propri sentimenti può essere utile per riconoscere emozioni potenzialmente negative, spingendoci a confidarsi con un amico o a rivolgersi a uno specialista”. Il diario emotivo, in psicologia viene suggerito a chi risulta difficile esprimere le proprie emozioni, e questo permetterà di aumentare la consapevolezza. 

Raccontare sul diario le emozioni che si provano ogni giorno, aiuterà a mettere in ordine le emozioni, e rileggendole potremo analizzare i nostri sentimenti da un altro punto di vista, un punto di vista diverso da quello che proviamo, perché leggendole acquisteremo più consapevolezza.

Sul web l’anno scorso le ricerche sulla salute dell’intestino sono aumentate dell’83%, la dottoressa Rogers in merito a questo ci dice: “Questa ricerca sta diventando prioritaria. La salute dell’intestino può riferirsi sia al sistema digestivo, noto anche come tratto gastrointestinale, sia all’equilibrio dei batteri in esso contenuti, che assorbono energia e sostanze nutritive e che si sbarazzano delle scorie. Ciò che quotidianamente mettiamo nel piatto influenza il benessere intestinale, ecco perché è fondamentale consumare alimenti integrali, frutta e verdura. I cibi trasformati sono spesso ricchi di additivi e conservanti e questi possono danneggiare i batteri sani nell’intestino”.

Il dottor Michael D. Gershon della Columbia University, secondo la sua teoria ci dice che l’intestino è come un secondo cervello, dove ci sono milioni di neuroni che vanno a regolarizzare lo stress, l’ansia e la tensione. Secondo lui l’intestino lavora autonomamente, aiutando così a stabilizzare i ricordi che sono legati alle emozioni.

L’importanza dell’intestino

Quindi l’intestino è in grado di poter riprodurre le emozioni indipendentemente, e rilasciando la serotonina che è l’ormone della felicità, attraverso la ricezione degli stimoli che sono legati a quello che mangiamo. Ed è per questo che dopo avere mangiato una porzione di lasagna, o un bel gelato al cioccolato siamo sempre felici, però è anche in grado di farci riconoscere i cibi che ci fanno stare male, espellendole.

Quindi per mantenere in buona salute l’intestino la migliore dieta da poter seguire è quella Mediterranea, gli alimenti che la interessano sono, i cereali integrali, la carne, il pesce, i latticini e la frutta e la verdura, anche il kefir è molto importante, si tratta di una bevanda naturale che è composta da latte fermentato e da probiotici, e possiede molte proprietà curative, è ottima per chi soffre di colon irritabile.

Lo sapevate che svolgere una regolare attività fisica allunga la vita di 4 anni? Muoverci ci aiuta a rimanere in forma e soprattutto fa bene al nostro apparato muscolare e scheletrico, la dottoressa Rogers afferma: “La pratica costante di uno sport ci permette non solo di tenerci in forma, ma ha un impatto positivo anche sulla salute mentale. Il movimento favorisce il rilascio di endorfine, i cosiddetti ormoni del benessere, che agiscono sul tono dell’umore riducendo stress, ansia e migliorando l’autostima”. Anche la meditazione andrebbe associata allo sport, così ci permetterà di migliorare le prestazioni.

Un altra cosa importante è quella di rafforzare il sistema immunitario, e lo si può fare svolgendo una dieta equilibrata, che includa la giusta assunzione di vitamina D, e secondo gli esperti del giornale online Well & Good nel 2022 dobbiamo bere più smoothies vegetali, che aiutano a sostenere il nostro sistema immunitario, che contengano un mix ortaggi verdi come i cavoli di bruxelles, gli spinaci, i broccoli, che contengono magnesio e acido folico, ed anche la zucca che contiene la vitamina A, il curry e la curcuma che contengono gli antiossidanti e aiutano a ridurre le infiammazioni, ovviamente queste bevande bisogna consumarle fresche senza aggiungere zuccheri.