Come le emozioni negative influiscono sul corpo | Lo studio

Come le emozioni negative influiscono sul corpo | Lo studio

Come le emozioni negative influiscono sul corpo | Lo studio

Frequentemente nella nostra vita siamo sottoposti a lunghi periodi di stress, di paure represse, di ansie dovute al carico dei problemi della vita quotidiana (lavoro, famiglia, figli), che si ripercuotono sul nostro corpo e sui nostri organi. In base a questo interessante studio pubblicato sul sito dell’Università del Minnesota, possiamo dedurre quanto ciò possa essere un rischio concreto. Scopriamo tutto all’interno dell’articolo.

Come le emozioni negative influiscono sul corpo | Lo studio

Come le emozioni negative influiscono sul corpo | Lo studio

Nella vita le emozioni negative si ripercuotono su di noi creando forti cambiamenti metabolici. Gli studi hanno dimostrato che si verifica un’alterazione dei nostri ormoni e dei nostri neurotrasmettitori, aumenta il livello di cortisolo nel sangue, il battito cardiaco, e così via, generando forti modificazioni sul nostro corpo.
Tutto questo provoca un’aumento di tensione nei muscoli, alterando l’equilibrio di nervi e legamenti. Tutti questi cambiamenti possono colpire la colonna vertebrale, ma possono provocare anche dolori cervicali o lombari.

Dolore nella zona cervicale

La zona cervicale rappresenta la zona più colpita dallo stress lavorativo e dalle mille preoccupazioni quotidiane. Per contrastare questo dolore, bisogna sforzarsi prima mentalmente e poi fisicamente nel vivere la quotidianità con più tranquillità, leggerezza e un maggiore equilibrio.
Molto utile sarebbe eseguire dei movimenti rotatori della testa e delle spalle.

Dolore nella zona toracica

Questo dolore compare nelle persone abbattute, infelici e sempre giù di morale, che tendono a guardare sempre verso il basso e ad inclinare così l’asse corporeo.
Sono persone che tendono a trascorrere la maggior parte del loro tempo seduta con il collo rivolto in avanti e con un diaframma che non presenterà una normale funzionalità.
La respirazione sarà più lenta, la circolazione sanguigna non sarà delle migliori e quasi sicuramente sarete più soggetti ad attacchi di emicrania, mal di testa, disturbi allo stomaco, e pressione al petto.
Questo è semplicemente causato da una postura scorretta e dal peso eccessivo nella zona dorsale. Vi consigliamo per ovviare a questi dolori di fare delle lunghe camminate ed esporsi al sole, respirare aria pulita magari in riva al mare e stare di più in mezzo alla natura.

Dolore nella zona lombare

Questo dolore compare spesso nelle persone altruiste che si preoccupano sempre per gli altri e non prestano mai attenzione e cura per se stessi. Sono persone che trascorrono la maggior parte del loro tempo in piedi, dandosi sempre da fare, ma allo stesso tempo hanno la sensazione di non portare nulla a termine, hanno paura di deludere gli altri, e mille ansie quotidiane.
Queste persone avvertono dolore alla schiena, come se fosse spezzata in due.
E’ molto importante che questa tipologia di persone sia più attenta verso se stessa, cercando di curarsi di più e cercare di trovare un equilibrio emotivo nella propria vita.
Consigliamo di fare sempre attività fisica, eseguendo movimenti armonici e lenti.

Consultate uno specialista affinché LA VOSTRA SCHIENA non pregiudichi MAI il vostro modo di vivere.