Stralcio Debiti IMU e TARI: molti Comuni non aderiranno. Ecco quali sono

Stralcio Debiti IMU e TARI: molti Comuni non aderiranno. Ecco quali sono

Stralcio Debiti IMU e TARI: ecco l’elenco dei Comuni che non hanno aderito all’annullamento delle obbligazioni tributarie locali.

Stralcio Debiti IMU e TARI: molti Comuni non aderiranno. Ecco quali sono

Stralcio Debiti IMU e TARI: ecco l’elenco dei Comuni che non hanno aderito all’annullamento delle obbligazioni tributarie locali.

La decisione presa dal Governo Meloni di stralciare o debiti IMU e TARI non ha trovato largo consenso da parte dei Comuni. Per questo molti Enti locali hanno deciso di non aderire all’operazione di annullamento dei debiti IMU e TARI. Ecco quali sono i Comuni che non aderiranno allo stralcio obbligazioni IMU e TARI.

Stralcio Debiti IMU e TARI: molti Comuni non aderiranno. Ecco quali sono

Stralcio Debiti IMU e TARI: molti Comuni non aderiranno. Ecco quali sono

Annullamento debiti IMU e TARI: ecco cosa ha deciso la Manovra 2023

La Manovra di bilancio 2023 ha previsto l’annullamento automatico per i carichi affidati all’agente di riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015 di importo inferiore ai mille euro. Lo stralcio dei debiti tributari TARI e IMU ha scadenza in data 31 marzo 2023 ed è da intendersi comprensivo delle sanzioni, interessi e importo del debito. I Comuni potranno decidere se aderire o meno allo stralcio debiti IMU e TARI. Dato che ogni Ente comunale necessita di queste entrate (IMU, TASI, TARI), ogni amministrazione locale gode di autonomia finanziaria.

Stralcio debiti TARI e IMU: ecco i Comuni che hanno deciso di non aderire

La Manovra 2023 prevede la possibilità di aderire allo stralcio delle cartelle contenenti i debiti IMU, TARI e TASI. Tuttavia, i Comuni possono decidere autonomamente di non applicare lo stralcio debiti tributari di propria competenza. In fin dei conti, le casse comunali hanno necessità di riscuotere le risorse finanziarie dai propri cittadini ed imprese. Molti Comuni hanno i bilanci in dissesto e sono “in rosso”, per questo molte amministrazioni locali hanno deciso di applicare lo stralcio dei debiti per imposte e tasse. Tale decisione deve essere comunicata entro la fine del corrente mese.

Stralcio debiti IMU e TARI: l’elenco dei Comuni non aderenti

C’è una platea di Comuni che hanno deciso di non aderire allo stralcio IMU e TARI. Ecco l’elenco:

  • Comune di Roma;
  • Comune di Milano;
  • Comune di Firenze;
  • Comune di Piacenza;
  • Comune di Bologna;
  • Comune di Bari;
  • Comune di Palermo;
  • Comune di Terni;
  • Comune di Verona.

Queste amministrazioni locali hanno detto “NO” allo stralcio dell’IMU e della TARI per motivi di equità tributaria, per ragioni di disincentivazione dei comportamenti virtuosi di chi adempie ai propri obblighi contributivi e per la riduzione dei fondi destinati a beni e servizi per la comunità.

 

  1. Appare necessario che chi rilascia una notizia o informazione controlli lo scritto alfine di evitare letture poco chiare.

      1. Se lei è in possesso di una moneta rara, può venderla in autonomia sui siti di e-commerce oppure affidarsi ad uno dei tanti professionisti numismatici reperibili anche in rete. Un saluto

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *