Dimagrire senza sforzo con la dieta della passeggiata

Dimagrire senza sforzo con la dieta della passeggiata

Dimagrire senza sforzo con la dieta della passegiata

Se hai sempre pensato che per dimagrire occorre per forza sudare e fare sport di resistenza come corsa, bicicletta o palestra sappi che non è vero. Si può dimagrire anche camminando, senza fatica o sforzi eccessivi. Scopriamo insieme come fare.

Dimagrire senza sforzo con la dieta della passeggiata

Dimagrire senza sforzo con la dieta della passeggiata

La camminata come metodo per dimagrire

“Basta passeggiare 30 minuti al giorno per avere degli effetti benefici su tutto il nostro organismo, dal peso, alla mente, passando per il sistema cardiovascolare” a dirlo sono la biologa Sara Cordara e la nutrizionista Laura Avalle, autrici del libro “La dieta della camminata”.

Per riuscire nell’obiettivo di dimagrire con la camminata è fondamentale seguire una routine ben previsa ovvero camminare per almeno 3 volte alla settimana con una durata di almeno 30 minuti. Come sostiene Cordara poi camminare fa bene non solo al fisico ma anche alla mente. “La camminata è un toccasana e soprattutto è adatta a tutti, non ci sono controindicazioni, non serve una particolare attrezzatura e fa bene a tutto il corpo”.

Come bisogna camminare per dimagrire

Dimagrire camminando è possibile a patto che si segua un ritmo preciso. É infatti necessario camminare a passo svelto indossando abbigliamento adeguato ovvero vestiti traspiranti e comodi e scarpe adeguate al terreno scelto che dovrebbe essere, in via preferenziale naturale. Come spiega l’autrice del libro “non dobbiamo camminare come quando facciamo una passeggiata tra i negozi. In inglese si chiama fitwalking, è una camminata energica la cui velocità aumenterà ogni giorno un po’ di più se la pratichiamo con costanza, fino ad arrivare a 6-7 km/h. Camminare fa bene alla mente, all’apparato cardiovascolare e anche al nostro sistema articolare”.

Quando camminare per dimagrire

Camminare va bene sempre ma, secondo numerosi studi, esiste un orario ben preciso in cui si dovrebbe camminare: il mattino presto. Al mattino infatti il corpo dimagrisce di più perchè, come dice la dottoressa, al mattino presto “abbiamo dei picchi ormonali, in particolare del cortisolo e del GH, che ci faranno bruciare più grassi. Inoltre  ricorda che il corpo a digiuno consuma i grassi ed ecco che è importante allenarsi a stomaco vuoto. “Secondo alcuni studi infatti durante il digiuno notturno il nostro organismo dà fondo a tutto il glicogeno (ovvero i carboidrati) e per questo durante l’attività fisica della mattina il corpo utilizzerà come fonte di energia direttamente i grassi”.