Come ottenere il bonus Casalinghe 2022: tutti i requisiti indispensabili

Come ottenere il bonus Casalinghe 2022: tutti i requisiti indispensabili

Come ottenere il bonus Casalinghe 2022: tutti i requisiti indispensabili

Come ottenere il Bonus Casalinghe 2022: i requisiti necessari. Quanto mette a disposizione questo sussidio.

Bonus Casalinghe 2022, il provvedimento è importante ed è rivolto a una platea piuttosto larga, fatta di  donne che lavorano in casa. Un compito fondamentale ma anche non retribuito.

Come ottenere il bonus Casalinghe 2022: tutti i requisiti indispensabili

Come ottenere il bonus Casalinghe 2022: tutti i requisiti indispensabili

Ed è qui che entra in gioco il Bonus Casalinghe 2022. Attraverso questo sussidio le casalinghe (e i casalinghi ci sono anche loro) possono ottenere un minimo riconoscimento per le loro fatiche. Come s’è accennato, la misura è pensata anche per gli uomini, in determinate situazioni.

Com’è ovvio, i requisiti per il Bonus Casalinghe 2022 sono abbastanza stringenti e se non li si rispetta tutti non sarà possibile godere di questa provvidenza o sostegno che dir si voglia. La prima condizione, abbastanza ovvia, è che non si deve avere un lavoro.

Bonus Casalinghe 2022 requisiti, come fare per averlo

Non solo: è anche prevista un’età minima, che è stabilita in 67 anni. Si tratta infatti di una misura in qualche modo sostitutiva della pensione, che chi non ha mai lavorato non può avere (per lo meno quella di anzianità). L’aiuto offerto ogni mese può ammontare al massimo a 468,10 euro, per un periodo di tredici mesi.

Ancora: per accedere al Bonus Casalinghe 2022 non bisogna aver raggiunto i 20 anni di versamenti contributivi; il reddito annuo massimo, poi, per i single è fissato in in 6.085,30 euro, mentre per chi convive è stabilito in 12.170,60 euro.

Il bonus non può coesistere con una qualunque forma di pensione né con una qualunque attività di lavoro contrattualizzata (che prevede l’affiliazione alle gestioni dell’INPS), sia a tempo pieno che part time, quando si supera il numero minimo di settimane per fare scattare il diritto alla pensione.

Come fare per richiedere il bonus

Bisogna avere la cittadinanza italiana o di un Paese della UE. Se extracomunitari, è obbligatorio presentare un permesso di soggiorno CE o di lavoro. Inoltre occorre dimostrare di avere la residenza nel nostro Paese da almeno 10 anni.

Se si soddisfano tutti questi criteri, si potrà presentare domanda in diversi modi. Per esempio visitando il sito ufficiale dell’INPS e consultando l’apposita sezione, non senza aver provveduto all’accesso con le proprie credenziali INPS, carta d’identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS).

Oppure chiamando il numero telefonico di assistenza dell’INPS, che è l’803.164 se si chiama da fisso (gratis) o lo 06.164.164 se si chiama da mobile (a pagamento in base a quanto previsto dal proprio piano telefonico). Oppure si può chiedere un consulto ad un patronato CAF, per ottenere tutti i ragguagli del caso.