Investire a breve termine: ecco il Buono fruttifero postale 3 anni Plus

Investire a breve termine: ecco il Buono fruttifero postale 3 anni Plus

Investire in Buoni fruttiferi postali 3 anni Plus: si tratta di uno strumento che consente di risparmiare senza rischi? Quanto rende?

Investire a breve termine: ecco il Buono fruttifero postale 3 anni Plus

Investire in Buoni fruttiferi postali 3 anni Plus: si tratta di uno strumento che consente di risparmiare senza rischi? Quanto rende? Nel mondo del risparmio non ci sono solo gli investitori che hanno una propensione di impiegare il proprio denaro nel lungo periodo, ma si sono anche i risparmiatori che vogliono impiegare il proprio capitale nel breve termine. In finanza, quando si parla di investimento a breve termine si intende l’impiego di denaro in un prodotto finanziario che ha una scadenza da 12 a 24 mesi.

Investire a breve termine: ecco il Buono fruttifero postale 3 anni Plus

Investire a breve termine: ecco il Buono fruttifero postale 3 anni Plus

I risparmiatori che desiderano impiegare i propri capitali nel breve periodo possono optare per le obbligazioni garantite a breve, certificati di deposito a breve, i fondi monetari e i buoni fruttiferi postali. Dal 1925 il buono fruttifero postale è l’investimento scelto da milioni di italiani. Si tratta di buoni emessi da Cassa Depositi e Prestiti e garantiti dallo Stato italiano. I buoni fruttiferi postali sono strumenti che i risparmiatori più esperti e meno esperti sottoscrivono senza paura di perdere il proprio capitale. Anche se il rendimento non è molto elevato, i buoni fruttiferi postali garantiscono almeno il rimborso del capitale investito. Scopriamo in questa guida come funziona e quanto rende il Buono fruttifero postale 3 anni Plus.

Buono fruttifero postale 3 anni Plus: da chi viene emesso?

Il Buono fruttifero postale 3 anni Plus viene emesso da Cassa Depositi e Prestiti e garantiti dallo Stato italiano, che ha alzato i tassi di interesse. I rendimenti di questo strumento di gestione del risparmio non sono elevati: si tratta di titoli a breve-medio termine, il cui capitale sarà sempre oggetto di rimborso.

I buoni fruttiferi postali sono di facile utilizzo e sono liberi dai costi di gestione. Il Buono fruttifero postale 3 anni Plus è adatto a chi vuole investire capitali nel breve termine: nel lasso di 36 mesi. Si tratta di uno strumento flessibile: ciò significa che il capitale può essere ritirato in qualsiasi momento.

Buono fruttifero postale 3 anni Plus: come sottoscriverlo?

Il Buono fruttifero postale può essere sottoscritto telematicamente tramite l’applicazione BancoPosta o BancoPosta online, oppure presso un ufficio postale presentando un documento di identità e il codice fiscale. Gli importi da sottoscrivere partono dai 50 euro e multipli ed il rimborso del capitale con gli interessi può essere richiesto fino a dieci anni dalla data di scadenza.

Una volta decorsi dieci anni, il buono postale va in prescrizione. Nel caso in cui il buono fruttifero postale fosse sottoscritto telematicamente, il rimborso sarà accreditato alla scadenza in modo automatico. I buoni fruttiferi postali non hanno elevati rendimenti e alla scadenza avrà un rendimento effettivo annuo lordo dell’1%.

Buono fruttifero postale 3 anni Plus: quali sono le modalità di rimborso?

Nel caso in cui la sottoscrizione del Buono fruttifero postale sia in forma cartacea, il rimborso avviene per l’intero valore in un’unica soluzione e senza costi aggiuntivi. Nel caso in cui la sottoscrizione del buono fruttifero postale in forma dematerializzata, puoi decidere se rimborsare il Buono per l’intero valore in un’unica soluzione oppure parzialmente per importi pari a 50 euro e multipli, senza costi aggiuntivi e in qualsiasi momento della vita del buono.