Trucchi smart per far durare di più la batteria del tuo smartphone

Trucchi smart per far durare di più la batteria del tuo smartphone

Trucchi smart per far durare di più la batteria del tuo smartphone

Se si riesce a gestire in maniera “smart” la batteria del proprio telefonino possiamo farlo durare di di più. Qui di seguito ti suggeriamo alcuni piccoli trucchi adottando i quali si può ottimizzare il funzionamento della batteria e allungarne la vita.

Trucchi smart per far durare di più la batteria del tuo smartphone

Trucchi smart per far durare di più la batteria del tuo smartphone

Quando il telefono è carico, smettere di caricarlo

Sembra ovvio, ma in realtà non poi così tanto. Spesso la sera ci si trova a mettere sotto carica lo smartphone in vista degli impegni della giornata successiva. Lo smartphone così comincia a caricarsi e a un certo punto raggiunge il 100%. Ora quel cento per cento ha un significato preciso: e cioè che più di così la batteria non può caricarsi.

Insomma, il consiglio è semplice: quando il telefono ti dice che ha raggiunto il 100 % di carica, è meglio staccarlo dalla corrente.

Lascia che la batteria ogni tanto si scarichi

Così come non è consigliabile caricare il telefono oltre il limite del 100 %, ogni tanto (diciamo una volta al mese) è bene che il livello di ricarica scenda al di sotto di una soglia abbastanza bassa, per esempio il 10 o il 15 per cento.

Facendo scaricare la batteria, si dà la possibilità allo smartphone di funzionare meglio, perché si rende più efficiente la ricarica.

Usa la luminosità adattiva

Ormai tutti gli smartphone più nuovi hanno l’impostazione “luminosità adattiva”, che appunto serve ad adattare la luminosità dello schermo a quella dell’ambiente in cui ci si trova. Quando si è al buio viene ridotta, se si va in una stanza illuminata, viene aumentata.

In ogni caso, il consiglio è evitare il livello massimo di luminosità, perché nella maggior parte dei casi è sufficiente una impostazione attorno alla metà, con grandi benefici sia per la batteria che per la vista.

Attiva il risparmio energetico in caso di bisogno

Se il livello della batteria scende sotto una certa soglia prima del previsto, si può attivare la modalità “risparmio energetico”. La si trova nelle impostazioni o nella barra superiore dello schermo. Cliccando su “on” per questa modalità, la luminosità viene abbassata, si toglie la vibrazione e si riduce il tempo di attivazione dello schermo (che si spegnerà prima se non lo si tocca).

L’unico inconveniente di questa modalità è che può ridurre anche l’impiego delle applicazioni di messaggistica, sicché potrebbe essere necessario aprire le app “a mano”, per vedere se abbiamo ricevuto nuovi messaggi.

Ok Google, Hey Siri

Se non utilizzate gli assistenti vocali, potete disabilitarli dalle apposite impostazioni degli smartphone android o del melafonino. Queste applicazioni in background incidono sulla batteria in maniera relativamente importante, quindi, se è un servizio che utilizzate poco o niente, è sempre consigliabile tenerlo disattivo.

Limiti per l’uso in background per le app

Nel pianeta Android, oramai tutti gli smartphones consentono di stilare una lista delle app meno usate, affinché non incidano in background assorbendo energia inutile. Sui dispositivi Samsung ad esempio, potete trovare a questo percorso Impostazioni > Assistenza dispositivo e batteria > Batteria > Limiti per l’uso in background la possibilità di gestire le app che meno utilizzate, una volta inserite nella lista, queste app non verranno avviate di default, e verranno chiuse ciclicamente qualora facciano partire i loro servizi in automatico.