Svolta scientifica storica: grazie a impianto di elettrodi tre persone paralizzate tornano a muovere i primi passi
Screenshot video YouTube: EPFN

Svolta scientifica storica: grazie a impianto di elettrodi tre persone paralizzate tornano a muovere i primi passi

Svolta scientifica storica: grazie a impianto di elettrodi tre persone paralizzate tornano a muovere i primi passi

Nell’ultimo periodo ci siamo abituati a vedere la tecnologia non solo come qualcosa di negativo ma anche come qualcosa che ci permette di restare in contatto con le persone e di aiutarci a migliorare la vita a tal punto da permettere a tre persone paralizzate di tornare a camminare.

Svolta scientifica storica: grazie a impianto di elettrodi tre persone paralizzate tornano a muovere i primi passi
Screenshot video YouTube: EPFL

Svolta scientifica storica: grazie a impianto di elettrodi tre persone paralizzate tornano a muovere i primi passi

Quando la tecnologia ti permette di vivere

Un nuovo sistema di elettrodi morbidi sviluppati dal gruppo coordinato dal Politecnico di Losanna (Epfl) con la supervisione di Grégoire Courtine e Jocelyne Bloch ha permesso a tre persone paralizzate di tornare a camminare, nuotare e pedalare. Gli elettrodi sono stati impiantati nel midollo spinale ed inviano stimoli elettrici che attivano la contrazione dei muscoli in forma coordinata.

Il risultato è stato pubblicato sulla rivista Nature Medicine dove si evince che all’interno del progetto c’è anche un pò di Italia. A far parte del team c’è infatti Silvestro Micera, che lavora fra Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa ed Epfl.

Come funzionano gli elettrodi impiantati

Gli elettrodi impiantati nel midollo spinale sono tecnologicamente avanzati al punto che possono essere controllati anche con un tablet o da un pc. In appena un giorno di addestramento i tre volontari hanno ripreso a camminare ma non solo. Le tre persone oggetto del test sono anche riusciti ad eseguire movimenti complessi, come nuotare e pedalare.

L’emozione di chi è tornato a camminare

Sono queste le parole di Michal Roccati, uno dei tre soggetti che ha avuto la fortuna di partecipare al test: “I primi passi sono stati qualcosa di incredibile, un sogno che si avverava”.

A Micheal, italiano, quattro anni fa un incidente in moto gli aveva provocato una lesione della colonna vertebrale, lasciandolo paralizzato. “Ora sono in grado di salire e scendere le scale e punto, entro primavera, di riuscire a camminare per un chilometro”, ha aggiunto Roccati.

Quando la tecnologia migliora la vita

Spesso tendiamo a pensare alla tecnologia come qualcosa che ci ruba il tempo ma dovremmo imparare anche a ringraziarla per il miglioramento che ci offre. Pensiamo a chi è tornato a sentire grazie agli apparecchi acustici, minuscoli dispositivi tecnologici che permettono ai soldi di sentire ma anche agli arti artificiali che consentono a chi non ha più una mano ti tornare a vivere. Piccoli traguardi che non sarebbero possibili senza tecnologia.

Credit video YouTube: EPFL