Svelato l’aspetto del faraone Amenhotep I: senza togliere le bende alla mummia

Svelato l’aspetto del faraone Amenhotep I: senza togliere le bende alla mummia

In Egitto un team di ricercatori è riuscito a “sbendare” digitalmente la mummia del faraone Amenhotep I: l’operazione ha rivelato numerosi dettagli interessanti su questo antico monarca, per esempio l’età al momento della morte, l’altezza e la conformazione del suo viso.

Il noto egittologo Zahi Hawass ha commentato: “Per la prima volta siamo riusciti ad acquisire informazioni su una mummia senza disturbare i resti della persona”.

Hawass e l’esperto in paleoradiologia Sahar Saleem dell’università del Cairo hanno usato la tomografia computerizzata per creare immagini in 3-D dei resti dell’antico faraone. Le loro scoperte sono state pubblicate su Frontiers in Medicine.

Svelato l'aspetto del faraone Amenhotep I: senza togliere le bende alla mummia

Svelato l’aspetto del faraone Amenhotep I, ma senza togliere le bende alla mummia

Conosciuto anche come Amenofi I, Amenhotep governò l’Egitto tra il 1525 e il 1504 avanti Cristo, come secondo faraone della diciottesima dinastia. Suo padre Ahmose I aveva riunificato il Paese dopo aver sconfitto gli Hyksos e riconquistato alcuni territori sul delta del Nilo.

Secondo l’Encyclopedia Britannica Amenthotep fu noto per aver fatto guerra alla Nubia e allargato i confini dell’Egitto. Fu anche il primo faraone a venir sepolto in una tomba separata dal suo tempio funerario.

Il luogo della sua tomba originaria non è conosciuto, ma nel 1881 gli archeologi scoprirono la sua mummia a Dei-el-Bahri, un sito nei pressi di Luxor dove alcuni funzionari della 21esima dinastia avevano provveduto a mettere in salvo un certo numero di mummie reali per proteggerle dai tombaroli (che c’erano anche allora, alla perenne ricerca dei tesori nascosti con le mummie reali).

Le scoperte

Tenendo conto delle condizioni delle sue ossa, i ricercatori hanno stabilito che il faraone avesse circa 35 anni al momento della morte. Non ci sono sengni evidenti sulla mummia che indichino una precisa causa di morte.

Quanto all’aspetto. Saleem in una dichiarazione resa alla stampa ha affermato che Amenhotep assomigliava al padre: “Mento e naso piccoli, capelli ricci e i denti superiori un pochino sporgenti”.

Era alto all’incirca 1,69, era circonciso e aveva denti in buono stato. “Nascosti nelle bende – aggiunge Saleem – aveva 30 amuleti e una cintura dorata con perle d’oro

In un’intervista a Live Science, Hawass ipotizza che la cintura potesse avere un significato “magico”. Quanto agli amuleti, “avevano lo scopo di aiutare il defunto nella vita ultraterrena”.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *