Spendere 6000 euro per una statua ma scoprire che vale 10 milioni? L'assurda storia di questi acquirenti

Spendere 6000 euro per una statua ma scoprire che vale 10 milioni? L’assurda storia di questi acquirenti

Spendere 6000 euro per una statua ma scoprire che vale 10 milioni? L’assurda storia di questi acquirenti

Oggi parleremo di un’incredibile scoperta, e di una rocambolesca storia dell’acquisto di una statua da giardino all’asta alla modica cifra di 6 mila euro, ma che valeva giusto qualcosina in più. Gli acquirenti non erano assolutamente a conoscenza del fatto che quella statua avesse un valore ben più alto. Molto tempo dopo hanno scoperto l’identità dello scultore, il quale è Antonio Canova, ed il valore della statua si aggira attorno ai  10 milioni di euro.

Spendere 6000 euro per una statua ma scoprire che vale 10 milioni? L'assurda storia di questi acquirenti

Spendere 6000 euro per una statua ma scoprire che vale 10 milioni? L’assurda storia di questi acquirenti

Gli acquirenti erano rimasti incantati dalla bellezza di quella statua, dalle sue linee, dalle sue bellissime forme levigate e dalla sua armonia. La statua l’avevano acquistata ad un’asta di marmi per giardino, per chi ha ottime disponibilità economiche e vuole appagare la propria passione spendere 6 mila euro per una statua non sono nemmeno tanti.

Se poi si pensa che, vent’anni dopo, si scova la reale identità dello scultore di tale opera, il grande maestro trevigiano Antonio Canova, quei 6 mila euro pagati si trasformano in un investimento “ridicolo”, poiché la ricercatissima statua di Maddalena Giacente è un capolavoro del grande maestro Canova e vale circa 10 milioni di euro.

Adesso scendiamo nei dettagli, per capire come abbia fatto questa statua famosa a trovarsi in un’asta di marmi per giardino, alla ridicola cifra di 6 mila euro.

La statua fu commissionata nel 1819 e venne realizzata per il Duca di Liverpool, fu una delle ultime opere di Canova, come opere note ricordiamo Amore e Psiche, Adone e Venere, e infine le Tre Grazie.

Quando il duca di Liverpool morì, suo fratello ereditò tutti i beni compresa la statua che era stata realizzata per lui, suddetta opera venne messa poi all’asta da Christie’s (la più grande casa di aste al mondo).

Ma soltanto 4 anni dopo, la statua della Maddalena figura tra i beni di proprietà di Lord Ward conte di Dudley, che sceglie di portarla in esposizione in Inghilterra.

L’opera poi passò al figlio, che in un momento difficile vendette tutti i suoi averi.

Così la scultura del maestro Canova finì nelle mani di Sir Herbert Smith, il quale era un produttore di tappeti.

Da quel momento in poi la scultura non si sa che fine abbia fatto, ma nel 1966 l’ultima proprietaria dell’opera risulta essere Violet Van Der Elst, che era un’attivista contro la pena di morte, aveva acquistato la statua nel 1938 ma era ignara del suo grande valore.

Dopo la sua morte nel 1966, la statua ricompare molti anni dopo e cioè nel 2002, all’asta di marmi da giardino, dove gli attuali proprietari l’hanno acquistata.

Dopo averla messa in giardino, hanno iniziato ad avere dei sospetti che dietro quella magnifica scultura ci fosse la mano di un’artista famoso.

Un esperto d’arte Francis Outred aveva confermato la loro ipotesi, che era stata a sua volta confermata anche da Mario Guderzo ex direttore del museo che fu dedicato a Canova a Possagno, suo paese di nascita. 

Dovremmo attendere il 7 luglio per scoprire a quanto verrà battuta l’opera del grande maestro.