Ricordi la mitica 1000 lire Montessori? Se hai conservato una di queste vale più di 2000 euro
Credit: Adobe

Ricordi la mitica 1000 lire Montessori? Se hai conservato una di queste vale più di 2000 euro

Ricordi la mitica 1000 lire Montessori? Se hai conservato una di queste vale più di 2000 euro

Maria Montessori è stata un pilastro fondamentale nel ruolo della didattica nelle scuole, è stata una scienziata ed educatrice italiana, fu anche una delle prime laureate in medicina in Italia, ha anche creato il metodo didattico che prende proprio il suo nome, ormai presente nella stragrande maggioranza delle scuole di tutto il mondo. Ha avuto un ruolo importantissimo, non solo in Italia ma anche in tutto il mondo, visto che il suo metodo viene ancora utilizzato, ed è per questo che fu celebrata sulla famosissima banconota da 1000 lire. Scopriamo queste versioni più o meno rare, che possono valere davvero un sacco di soldi

Ricordi la mitica 1000 lire Montessori? Se hai conservato una di queste vale più di 2000 euro
Credit: Adobe

Ricordi la mitica 1000 lire Montessori? Se hai conservato una di queste vale più di 2000 euro

Una delle banconote italiane più conosciute è proprio quella che raffigura il suo volto, e stiamo parlando della 1000 lire Maria Montessori. Il volto di Maria Montessori è presente anche sulla moneta FAO da 200 lire del 1980.

Viene fatto riferimento all’ultima versione della 1000 lire, che fu stampata per 8 anni dal 1990 al 1998, ma molto diffusa fino alla scomparsa della lira nel 2002. 

Sulla parte davanti della banconota troviamo il volto di Maria Montessori, mentre sul retro si trova una parte del dipinto “Bambini allo studio”, che fu un’opera di Armando Spadini agli inizi del 900.

Le dimensioni della banconota sono 110 mm x 60 mm, ed è stata stampata con continuità tanto da diventare il taglio di carta moneta più famoso del “vecchio conio”, simboleggiando così l’intera valuta.

Le 1000 lire di Maria Montessori sono state emesse in due serie, quelle normali e quelle sostitutive.

Le sostitutive sono facilmente riconoscibili dal numero di serie che inizia per X e sono più rare delle altre.

Le banconote che iniziano per XA, XB, XC, XD, hanno un valore di circa 200/220€, se conservate pari al nuovo, mentre se non sono mantenute così il valore scende sui 100/150€.

Le serie invece che iniziano per X valgono un po meno, circa sui 30/40€, mentre per le banconote normali (fatta eccezione per la prima serie che inizia con AA e termina con A può valere circa 50€) non superano il valore di 20€.

La più ricercata in assoluto è quella del decreto di ottobre del 1990 che riporta la firma di Fazio, molto difficile da trovare. Una di queste banconote, se tenuta in ottimo stato può raggiungere e superare i 2000 euro sui siti di aste online come Etsy o Ebay.