Ordinario e Smart: in cosa differiscono questi libretti postali

Ordinario e Smart: in cosa differiscono questi libretti postali

Ordinario e Smart: in cosa differiscono questi libretti postali

Quando si decide di mettere da parte delle somme con un libretto di risparmio postale, ci si trova di fronte alla scelta tra un libretto ordinario e libretto cosiddetto Smart. Si tratta di due soluzioni che si rivolgono a due tipi diversi di clientela, ognuna con caratteristiche proprie.

Ma prima parliamo delle cose che i due libretti hanno in comune. La prima, e forse la più importante, è che si tratta di modalità di risparmio garantite dallo Stato Italiano. In seconda battuta vale la pena di ricordare che Poste Italiane non applica nessun costo né quando si decide di aprire il libretto né per la sua gestione né tanto meno quando si decide di chiuderlo. Quello che si deve corrispondere per forza  sono  gli oneri di natura fiscale legati ai rendimenti.

Ordinario e Smart: in cosa differiscono questi libretti postali

Ordinario e Smart: in cosa differiscono questi libretti postali

Smart o Ordinario, i libretti postali semplici

Cominciamo coi libretti ordinari. Prevedono la possibilità di avere la cosiddetta Carta Libretto, con cui si possono versare e prelevare somme. Sul libretto ordinario si può ottenere anche l’accredito della pensione. Il libretto ordinario si può anche avere in forma dematerializzata. Questo vuol dire che non sarà più necessario portare con sé, per fare operazioni, il libretto cartaceo.

Se poi viene associato al conto corrente che abbiamo presso l’ufficio postale, è possibile anche ricevere direttamente i bonifici. Per sottoscrivere i libretti postali ordinari bisogna andare in un ufficio postale portando con sé un documento d’identità valido e il codice fiscale.

Ma veniamo alla versione Smart. Con un libretto smart è possibile operare sul sito di Poste Italiane e attraverso l’app BancoPosta.

Sempre servendosi di questi sistemi online è anche possibile acquistare buoni fruttiferi postali, nonché optare per l’offerta chiamata Supersmart, che per un periodo di tempo prefissato garantisce un maggior  rendimento annuo lordo. Come per i libretti ordinari, anche lo Smart garantisce una Carta Libretto con cui  gestire le somme depositate.

Un libretto Smart si può attivare direttamente dal portale delle Poste.