Monete da 2 euro: quali esemplari possono valere migliaia di euro

Monete da 2 euro: quali esemplari possono valere migliaia di euro

Monete da 2 euro: quali esemplari possono valere migliaia di euro

Secondo Flooxer Now, che ha interrogato alcuni esperti in materia, alcune monete da due euro rare e particolari possono raggiungere la quotazione di 2 mila euro. È il caso, per esempio, di una moneta coniata nel principato di Monaco nel 2007 in onore della principessa Grace Kelly

Per queste “vecchie” monete da 2 euro l’oscillazione dei valori sul mercato numismatico può essere molto ampia: si può andare da appena 15 euro fino, appunto, alla rispettabile somma di 2 mila.

Tra le monete denominate in euro che circolano nel Vecchio Continente ce ne sono alcune coniate in edizione limitata. Sono le più rare e prestigiose, emesse in corrispondenza di eventi speciali e particolari.

Monete da 2 euro: quali esemplari possono valere migliaia di euro

Monete da 2 euro: quali esemplari possono valere migliaia di euro

Ovviamente tutte le monete da due euro hanno lo stesso peso e la stessa forma in tutti i Paesi dell’Unione, ma su una delle due facce i disegni cambiano, il che contribuisce a fare la differenza per i collezionisti e per gli esperti di numismatica.

In tutto sembra che le varianti legate alle monete da 2 euro siano 184 e a queste vanno aggiunti i pezzi unici commemorativi, come per l’appunto la moneta coniata in onore della principessa Grace.

Monete commemorative

La moneta che San Marino ha fatto coniare nel 2004 dopo aver aderito all’euro, per esempio, oggi vale tra i 130 e i 200 euro.

Una quotazione un poco più alta, 300 euro, possono raggiungere le 100 mila monete coniate dal Vaticano nel 2005 per celebrare la Giornata mondiale della Gioventù.

Decisamente meno, tra i 15 e i 25 euro, vale invece la moneta commemorativa coniata da Malta nel 2011 per festeggiare le elezioni.

Ma ci sono anche gli sbagli, che come si sa possono dare alle monete un certo valore. Nel 2009, per esempio, il Regno di Spagna ha coniato 100 mila monete con un errore nel disegno delle stelle europee: ognuna vale circa 20 euro.

Valgono invece fino a 50 euro le 40 mila monete da due euro coniate dalla Slovenia nel 2007 per i 50 anni dei trattati di Roma (istitutivi della CEE e dell’Euratom).

Quanto alle già ricordate monete commemorative monegasche in onore di Grace Kelly, quelle, coniate in solo 2 mila esemplari, valgono tra i 2 mila e i 2500 euro.

Errori di conio: tra le più pagate

Se provate ad effettuare qualche ricerca sui siti di E-commerce come Ebay o Etsy, potrete trovare alcuni esemplari di moneta da 2 euro che possono raggiungere somme davvero importanti: parliamo degli errori di conio. Gli errori di conio (quelli accertati ovviamente, occhio alle manipolazioni!) sono eventi rari nella filiera produttiva di una zecca. Meccanismi collaudati ed affidabili nati per produrre milioni di monete in serie non sbagliano “quasi” mai, ed è proprio quel “quasi” che i collezionisti numismatici cercano. Se siete tra i fortunati che sono in possesso di una moneta del genere, potrete provare a venderla a migliaia di euro data l’estrema rarità del pezzo. Raccomandiamo sempre – sia in fase di vendita che in fase di acquisto – la perizia di un esperto “super partes” nell’interesse del venditore e dell’acquirente.