Libretti postali: dimenticare questa data ti fa perdere tutti i soldi

Libretti postali: dimenticare questa data ti fa perdere tutti i soldi

Libretti postali: dimenticare questa data ti fa perdere tutti i soldi

In passato era usanza comune regalare ai nipoti o ai figli un libretto postale con del denaro dentro. Era questo un modo per regalare del denaro e far sì che nel tempo questo crescesse, grazie alla maturazione degli interessi.

Di sovente i libretti postali venivano accompagnati a dei buoni postali che avevano rendimenti di gran lunga superiore.

Se anche tu sei stato oggetto di uno di questi regali leggi attentamente questo articolo perchè potresti star per perdere i soldi che ti hanno regalato e che custodisci in posta.

Libretti postali: dimenticare questa data ti fa perdere tutti i soldi

Libretti postali: dimenticare questa data ti fa perdere tutti i soldi

Libretti Postali Dormienti

Negli anni sono stati molti i conti e libretti aperti con Poste Italiane, così tanti che l’ente postale/finanziario ha deciso di fare un censimento. In virtù del questo ne è risultato che sono moltissimi gli italiani ad avere accordi in essere che però non utilizzato ovvero non eseguono alcun movimento da diverso tempo, addirittura dieci anni.

Cosa significa questo? Significa che i conti in questione sono “dormienti” ovvero non vengono utilizzati da almeno dieci anni. Il vincolo per essere definito “dormiente” è che sul libretto siano presenti almeno 100 euro e siano appunto inattivi da almeno dieci anni.

Cosa succede ai libretti dormienti?

Poste Italiane ha effettuato ripetute comunicazioni e ha ribadito che dopo dieci anni di inattività un conto diviene dormiente e viene quindi estinto. I soldi presenti all’interno del libretto vengono confluiti in un fondo destinato appunto ai rapporti dormienti.

Il titolare del conto ha poi dieci anni di  tempo per fare rivalsa e riuscire a recuperare il denaro. Trascorso questo tempo i soldi vengono prescritti e quindi persi.

Come scoprire se hai un libretto dormiente

Partiamo dal presupposto che Poste Italiane ha effettuato una comunicazione, in maniera ripetuta, a tutti i suoi clienti, per informarli del rapporto in essere e della sua inattività. Nel caso ci fosse il sospetto che queste comunicazioni non siano pervenute è possibile consultare la lista pubblicata da Poste Italiane a questo sito

Cosa fare se hai un libretto postale dormiente

Come indicato anche da Poste Italiane, se hai un libretto postale dormiente devi, entro il 02 aprile 2023, recarti entro un ufficio postale per dare disposizioni e consentire il censimento anagrafico del libretto.