Errori comuni iniziando ad investire online: ecco a cosa devi prestare attenzione

Errori comuni iniziando ad investire online: ecco a cosa devi prestare attenzione

Errori comuni iniziando ad investire online: ecco a cosa devi prestare attenzione

Una delle tendenze di questo ultimo periodo, trainate anche dai tanti influencer, (finti) guru del settore e dalle numerose pubblicità che ogni giorno propongono il loro prodotto è quella degli investimenti online. Se fino a qualche hanno fa parole come NFT, ETF e Cryptovalute erano riservate solo agli esperti del settore oggi sono sulla bocca di tutti. Ma investire online è davvero una cosa per tutti? 

Cerchiamo di capirci meglio qualcosa insieme e soprattutto vediamo quali sono gli errori assolutamente da evitare se vuoi evitare di perdere tutto.

Errori comuni iniziando ad investire online: ecco a cosa devi prestare attenzione

Errori comuni iniziando ad investire online: ecco a cosa devi prestare attenzione

Investimenti online: convengono davvero

I nostri nonni e, probabilmente i nostri genitori, sono abituati da sempre a investimenti “solidi” e fisici: BOT, BPT, Buoni Postali, Libretto Deposito sono le parole che più comunemente vengono associate al fatto investimento da chi non è più in giovane età. Un tempo questi investimenti, per quanto alcuni di loro avessero comunque un margine di rischio, erano ritenuti i migliori e i più sicuri.

Oggi invece chi vuole investire punta dritto a Crypto e ETF soprattutto. Si tratta di investimenti assolutamente convenienti e premianti a patto che vengano fatti con la giusta conoscenza e capacità.

L’importanza della strategia

Il punto forse più importante è quello della strategia. É fondamentale avere un “piano d’azione” e sapere esattamente che cosa si sta investendo, perchè e come. Come tutte le cose, e ancor più se in “gioco” ci sono i soldi, non ci si può improvvisare. 

La prima cosa da valutare è la capacità finanziaria. Se non hai del denaro da parte (una somma paracadute) non puoi permetterti di investire denaro correndo il rischio di perdere tutto. Prima accantoni un tot di denaro e poi, solo quando sei “al sicuro” puoi iniziare ad investire.

Una volta arrivati a questo punto devi capire quanto ti puoi esporre. Se il tuo stipendio mensile è di 1200 euro e le spese fisse che hai tra affitto, bollette, trasporti e alimentari è di circa 800 euro, non puoi permetterti di investire più di 100 euro al mese. Considera sempre la quota imprevisti, un pò come nel Monopoli.

Scegliere la giusta piattaforma

Altro fattore importante è la scelta della piattaforma. Non fidarti delle pubblicità o solo dei consigli del web. Leggi i contratti, controlla costi e commissioni applicate e soprattutto verifica che la piattaforma a cui affidi il tuo denaro sia verificata e legale. 

In linea di massima, per le commissioni, le più comuni sono:

  • su ogni operazione aperta e chiusa (detti anche trades)
  • sulle posizioni overnight, cioè tenute aperte per più giorni
  • sulle posizioni mantenute aperte durante il weekend
  • sui conti dormienti, ossia quando per un certo lasso di tempo non si effettuano operazioni
  • su prelievi effettuati sul conto
  • sui depositi, ossia sul denaro immesso sul conto

Diversifica

Il consiglio più importante, nel momento in cui inizi ad investire è: diversifica. I fatti degli ultimi tempi c’è lo insegnano. Diversificare è importante. Non investire solo su un elemento. Non destinare tutti i tuoi soldi solo in un’azione X (ad esempio Netflix) ma diversifica. Studia il mercato, investi, ad esempio, sia nelle materie prime che in aziende tecnologiche. Diversifica il tuo portafoglio acquistando sia azioni che obbligazioni. 

Formati e Informati

A meno che tu non abbia una solida formazione scolastica prima di investire informati, conosci e formati costantemente. Leggi le riviste del settore (ad esempio Il Sole 24 Ore) e inizia a studiare i mercati e, se proprio non capisci o non sei sicuro, affidati ad un professionista del settore.